LUNGO LA VIA FRANCIGENA

IN VALLE DI SUSA
Concerti e percorsi di visita tra antichi borghi, arte e natura Nel corso dei secoli, la Via Francigena è stata percorsa da milioni di pellegrini provenienti da tutti i paesi dell’Europa occidentale e diretti a Roma, «seguendo ’l desio / per mirar la sembianza di colui / ch’ancor lassú nel ciel vedere spera», come scrisse in un suo celebre sonetto Francesco Petrarca. Attraversando la Valsusa, questo fiume di fedeli, ai quali si aggiunsero mercanti, guerrieri e giramondo ha portato un ricco patrimonio di fede, tradizioni e culture, che trova eco nelle antiche vestigia che si possono ancora ammirare in molti centri della valle, rendendola una meta di grande interesse anche ai giorni nostri.
Per celebrare questo patrimonio culturale stratificatosi nel corso del tempo, Regie Sinfonie lungo la Via Francigena propone ogni domenica sino al 4 luglio sei concerti nei luoghi più emblematici di altrettante località, abbinando alle esibizioni musicali visite guidate in collaborazione con il FAI e le amministrazioni comunali, che consentiranno di trascorrere una giornata all’insegna della bellezza in una valle magicamente sospesa tra passato e presente, che aspetta solo di essere scoperta.


AVIGLIANA

Domenica 27 giugno 2021. Chiesa di Santa Maria Maggiore. Via Santa Maria. Ore 17.00 concerto a ingresso libero.

Il Concerto

Ensemble Accademia Degli Umoristi
Susanne Geist, flauto dolce e traversa rinascimentale
Giulio De Felice, flauto dolce e traversa rinascimentale
Stefano Cicerone, trombone barocco
Daniele Bovo, violoncello
Matteo Cotti, organo

A BAROQUE JOURNEY

Andrea Falconieri (1585-1656) Battaglia De Barbasso Yerno De Satanas
Biagio Marini (1594-1663) La Foscarina
Girolamo Frescobaldi (1583-1643) Canzon quinta a 3, F 8.34C
Bernardo Storace (1637 circa – dopo 1664) Follia
Alessandro Stradella (1643-1682) Sonata a soprano e violoncello in Re
Giovanni Gabrieli (1557-1612) La spiritata
Marco Uccellini (1603-1680) Aria sopra La Bergamasca
Dario Castello (1590-1658) Sonata duodecima a due soprani e trombone

La Visita

Avigliana medievale. L’itinerario ha inizio dal Largo Beato Umberto e prosegue poi lungo via XX Settembre dove si possono osservare la Casa Forte dei Savoia e Casa Berta costruita intorno al 1233. Si giunge infine
alla Piazzetta Santa Maria racchiusa da interessanti edifici medievali. Le visite saranno accompagnate da narratori volontari del FAI. Chiesa di Santa Maria Maggiore. Dalla Piazzetta Santa Maria una breve salita conduce alla Chiesa di Santa Maria Maggiore, che conserva un poderoso campanile del XIV secolo e una interessantissima raccolta di statue a grandezza naturale ispirate alla passione di Gesù, opera dell’artista torinese Elsa Veglio Turino. Visite a cura dell’Associazione Culturale Vita e Pace.

Chiesa di Santa Maria Maggiore
Ore 15.00-15.30-16.00-16.30 visite a cura dei volontari dell’Associazione Culturale Vita e Pace

SUSA

Domenica 4 luglio 2021. Castello della Contessa Adelaide. Via al Castello, 14. Ore 17.00 concerto a ingresso libero

Il Concerto

Lucia Cortese, soprano
CAMERATA ACCADEMICA
Paolo Faldi, concertatore

ARIE DA OPERE VENEZIANE

Benedetto Marcello (1686-1739) Sinfonia da “Arianna abbandonata”
Benedetto Marcello Aria da “Arianna abbandonata” – “Che dolce Foco”
Antonio Vivaldi (1678-1741) Sinfonia dall’opera “Il Teuzzone”
Antonio Vivaldi Dal “ Tito Manlio” – “Fra le procelle del mar turbato”
Georg Friedrich Händel (1685-1759) Concerto per oboe in sol minore – Solista Nicolo’ Dotti
Georg Friedrich Händel Aria dall’opera “Alcina” – “Ah, mio cor”
Giuseppe Tartini (1692-1770) Concerto per Violino, archi e b.c. D 44 Solista Matteo Anderlini
Antonio Vivaldi Aria dall’opera “Dorilla in Tempe” – “Rete lacci e strali adopra”

La Visita

Percorso di visita.
L’itinerario di visita al borgo medievale di Susa ha inizio dal Duomo di San Giusto (sec. XI) e dall’attigua Porta Savoia di epoca romana (IV sec. d.C.), in Piazza Savoia. Il percorso si snoda poi nel centro storico ricco di testimonianze medievali e raggiunge, con un breve tratto in salita, il Castello della Contessa Adelaide che domina da sud-ovest tutta la città. Tutte le visite saranno accompagnate da narratori volontari del FAI.