7 e 8 aprile Pinerolo _ 150° anniversario nascita del Capitano Federigo Caprilli

Il Capitano Federigo Caprilli (Livorno, 8 aprile 1868 – Torino, 6 dicembre 1907) è il grande cavaliere che ha innovato l’equitazione moderna a livello mondiale con l’ideazione del Sistema Naturale di Equitazione. Pinerolo, Città della Cavalleria, che ospitò il Capitano E i suoi insegnamenti si propone di vivere il 2018 riscoprendo il suo lascito architettonici e sportivi del territorio. L’Anno Caprilliano si inaugura in bellezza con una serie di appuntamenti (visite guidate e aperture di musei cittadini) e con una scalpitante sfilata di oltre 150 cavalli con cavalieri, 20 carrozze e 150 radunisti dell’ANAC a piedi. Il corteo partirà domenica 8 aprile dalla Scuola Nazionale di Equitazione per poi culminare nello schieramento dei cavalieri con una carica simbolica in Piazza Vittorio Veneto.

Federigo Caprilli

“Dopo di lui il cavallo, per essere addestrato, non fu obbligato ai difficili e spesso dolorosi esercizi dell’equitazione di scuola di allora, spesso male interpretata e messa in pratica, non venne sottoposto a un addestramento molto spinto in maneggio per essere reso capace di andare in campagna, ma venne lasciato libero nel suo equilibrio naturale, nel suo atteggiamento naturale, con il bilanciere (testa – collo) libero di muoversi secondo le leggi della natura, un cavallo finalmente affidato al suo istinto di conservazione, obbediente alle semplici indicazioni degli aiuti del cavaliere: gambe per avanzare e accelerare, mani per dirigere, rallentare e fermare. E il cavaliere si adatta al cavallo, anziché pretendere la sua completa sottomissione, come esigeva l’equitazione di scuola del tempo”_ Gaetano